Idee utili

9 errori nella pianificazione della cucina, che è meglio vedere nella foto che ripetere te stesso

Se chiedi ai tuoi amici qual è la loro stanza preferita in un appartamento, allora 8 su 10 risponderanno esattamente a cosa è una cucina. E questo non è sorprendente, perché le persone trascorrono la maggior parte della loro vita "domestica" qui. Ecco perché è molto importante che questa stanza sia il più confortevole possibile, confortevole, funzionale e, soprattutto, facile da pulire.

Purtroppo, quando si pianifica la cucina, di solito sono ammessi molti problemi, che in seguito possono portare a una persistente sensazione di disagio e a frequenti pulizie. Quindi, se improvvisamente decidi di posizionare la stufa vicino al frigorifero e di mettere linoleum sul pavimento, allora questo articolo fa per te.

1. Elettrodomestici da cucina all'altezza sbagliata

La stufa e il forno a microonde non devono trovarsi sotto.

Il primo errore quando si pianifica la cucina: posizionare l'attrezzatura necessaria all'altezza sbagliata. Spesso è posizionato troppo in alto o troppo in basso, il che provoca disagio durante il funzionamento. La migliore soluzione in questo caso è concentrarsi sulla propria altezza. Gli esperti affermano che l'altezza ottimale è a livello della cintura. Ad esempio, se il forno non si trova nella parte inferiore, come siamo abituati, ma a livello di altezza, non sarà necessario sporgersi costantemente per aprirlo.

2. Armadi pesanti su pareti leggere

Se si posizionano molti armadi pesanti su una partizione di cartongesso, questo non sosterrà il loro peso.

I pensili sono la base di ogni cucina. Pertanto, prima di appenderli, è necessario verificare attentamente l'affidabilità del muro. Abbandona immediatamente l'idea di posizionare il sistema di archiviazione su una parete divisoria in cartongesso: il design semplicemente non sosterrà il loro peso e, di conseguenza, perderai sia gli armadi che le pareti. È meglio posizionare gli armadietti sulla parete portante, che assume il carico di tutti gli elementi situati sopra di esso (travi, lastre, pavimenti, ecc.). È durevole, affidabile e può sopportare il peso di entrambi gli scaffali e pensili con piatti all'interno.

3. Lavello "sbagliato"

La shell non dovrebbe essere troppo piccola.

Scegliendo le attrezzature in cucina, dovresti prima pensare alla sua funzionalità e usabilità, quindi all'aspetto. Ciò è particolarmente vero per il lavandino, che deve essere pratico e spazioso in modo da poter posizionare facilmente non un piatto, ma tutti gli utensili necessari. Gli esperti ritengono che la profondità del lavandino dovrebbe essere 160-200 mm.

4. Angoli vuoti

Invece di un bidone della spazzatura, una giostra girevole può essere posizionata nel mobile ad angolo.

Se la cucina ha dimensioni ridotte, il tuo compito principale è quello di utilizzare razionalmente ogni centimetro, compresi gli angoli vuoti, come menzionato nei materiali precedenti. In effetti, lì puoi posizionare qualsiasi cosa, anche un lavandino o una stufa, ma in questo caso dovrai pensare a una buona illuminazione per questa zona. Una soluzione più tradizionale al problema è la rotazione di giostre in armadi ad angolo. Semplificano la vita delle casalinghe e sono un'ottima alternativa ai cassetti scomodi. Solo un movimento della mano e puoi usare i piatti, le pentole e gli altri dispositivi che hai usato per tenere negli armadietti. Inoltre nell'angolo è possibile posizionare ripiani, sistemi di archiviazione angolari o diagonali.

5. Grembiule da cucina in vetro

Un grembiule da cucina in vetro è bello, ma non pratico.

La maggior parte delle casalinghe sceglie i grembiuli di vetro per le loro cucine, poiché sembrano molto belle e spettacolari. Inoltre, sotto di essi puoi mettere qualsiasi carta da parati che renderà la cucina ancora più attraente. Tuttavia, se si utilizza il vetro, non sarà possibile ottenere una perfetta tenuta e, di conseguenza, inizieranno ad accumularsi varie impurità dietro il grembiule. Un altro svantaggio è la comparsa di divorzi dovuti alla cucina. Pertanto, il grembiule di vetro è meglio rinunciare, perché alla fine la cucina apparirà rappresentabile e creerà la sensazione di essere un proprietario sciatto. Se, dopo tutto, hai deciso fermamente di ordinare il vetro, acquista un foglio continuo e non 3-4 piccoli, che si trovano a testa in giù. Per quanto riguarda il tipo di materiale, il più affidabile è il vetro temperato. Anche se non è economico, ma ti servirà per molti anni.

Suggerimento utile: affinché il grembiule si adatti perfettamente al tuo interno, ordina l'opzione "Grembiule da montaggio virtuale". La sua essenza sta nel fatto che lo specialista realizzerà un fotomontaggio, con il quale "proverà" diverse opzioni di grembiuli in vetro con il motivo selezionato nella foto della tua cucina.

6. Poca luce

La mancanza di illuminazione rende la cucina piccola e scomoda.

Per farti sentire a tuo agio in cucina ed è stato conveniente per te lavorare, considera l'illuminazione. Ciò è particolarmente importante se non ci sono finestre nella stanza o se esce nel cortile di un edificio a più piani, a causa del quale il sole praticamente non guarda nella stanza. I designer consigliano di progettare la cucina con colori vivaci e selezionare gli stessi mobili, in modo che la stanza sembrerà più spaziosa, più accogliente e più leggera. Dovresti anche considerare il numero di lampade che si troveranno sul territorio. Ideale: luci multilivello. Presuppone la presenza di plafoniere, una lampada rivolta verso l'area di lavoro, lampade sopra il tavolo di lavoro. Per ciascuna delle zone ci deve essere un interruttore separato in modo da poter regolare l'illuminazione.

7. Mancanza di zone cuscinetto sul tavolo

Il piano del tavolo dovrebbe essere il più funzionale possibile in modo da poter lavorare comodamente in cucina.

Le zone tampone sono aree della superficie di lavoro, situate tra il frigorifero, il lavandino e la stufa. Se non ci sono zone simili, non hai semplicemente nessun posto dove mettere i prodotti dopo averli tolti dal frigorifero. Inoltre, hai bisogno di una grande area per cucinare, in modo che fosse dove girare. Un piccolo tavolo non darà lo spazio desiderato.

8. Disposizione impropria di frigorifero, piastrelle e lavandino

Se la piastrella si trova accanto al frigorifero, si romperà presto.

Non mettere una stufa e un forno vicino al frigorifero. Si riscalderà rapidamente dalle alte temperature e funzionerà al massimo, cercando di mantenere il freddo. Di conseguenza, il frigorifero si romperà. Inoltre, gli esperti raccomandano di avere una piastra e un lavandino a una distanza di almeno 400 mm. Ciò proteggerà la stufa da umidità e ruggine aumentate.

9. Pavimento della cucina sbagliato

Le piastrelle come rivestimento per pavimenti sono meglio usare solo nell'area di lavoro.

La scelta del rivestimento del pavimento per la cucina dovrebbe essere molto attenta, poiché la tua sicurezza dipende da questo. Il pavimento in laminato non è la soluzione migliore per una stanza, poiché un alto livello di umidità prima o poi farà gonfiare il pavimento. Inoltre, camminare sul laminato è accompagnato da un forte botto che porterà disagio sia a te che agli altri inquilini dell'appartamento. Per quanto riguarda la piastrella, è più affidabile e resistente a fattori negativi esterni. Allo stesso tempo, la piastrella è molto fredda, scomoda e se i piatti cadono accidentalmente sul pavimento, si romperanno sicuramente.

La soluzione ideale in questo caso sarebbe una combinazione di piastrelle e parquet di thermotree. Il rivestimento del primo piano deve essere posizionato nell'area di lavoro e il secondo nella zona pranzo. Quindi, risulta combinare comfort e funzionalità in cucina.